Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / News in evidenza / Percorsi di uguaglianza ed equità: una rassegna… “Senza distinzione alcuna”

Percorsi di uguaglianza ed equità: una rassegna… “Senza distinzione alcuna”

Una fitta serie di appuntamenti in calendario dal 4 al 12 dicembre. Filmati, mostre, incontri con giornalisti ed esperti. Come partecipare

“Senza distinzione alcuna. Percorsi di uguaglianza ed equità” è il titolo della rassegna che ritorna, dal 4 al 12 dicembre, alla Salannunziata di Imola (via F.lli Bandiera 17).

La manifestazione è organizzata dal Comune di Imola, Assessorato Pari Opportunità e Politiche di genere, con il patrocinio e il contributo della Regione Emilia Romagna nell’ambito del Bando per la Pace 2021, con il patrocinio di Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Città metropolitana di Bologna e Ausl di Imola e la collaborazione di CEAS - Centro di Educazione Alla Sostenibilità imolese e Casa Piani, Sezione Ragazzi della Biblioteca comunale.

“Senza distinzione alcuna” si ispira alle tematiche della Dichiarazione universale dei Diritti umani che il prossimo 10 dicembre compie 73 anni e segue gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda ONU 2030, un programma di azioni a traguardi per le persone e il pianeta che comprendono la lotta alla povertà, l’eliminazione della fame, la parità di genere e il contrasto al cambiamento climatico per citarne solo alcuni.

Il programma degli appuntamenti 

A partire da martedì 30 novembre fino al 12 dicembre in piazza Caduti per la Libertà è prevista una videoproiezione curata da App&Down Production dedicata alla Dichiarazione universale dei Diritti umani: trenta articoli che parlano di dignità, tolleranza, rispetto e umanità oltre le razze, il sesso, i colori, la religione, i confini, le ideologie politiche.

Sabato 4 dicembre alle ore 18 è in programma la presentazione della rassegna e l’inaugurazione della mostra “Il mondo che verrà. l’agenda 2030”: 20 pannelli per presentare 17 goal e 169 target. Saranno presenti: Elisa Spada, Assessora alle Pari Opportunità e Politiche di genere Comune di Imola; Elly Schlein, Vicepresidente della Regione Emilia Romagna e Francesca Vecchioni. Francesca Vecchioni è giornalista, scrittrice, attivista per i diritti civili e presidente di Diversity, organizzazione no-profit impegnata a promuovere l’inclusione sociale e il benessere organizzativo attraverso attività di ricerca, formazione, monitoraggio, consulenza e advocacy. È anche la produttrice dei Diversity Media Award’s che premiano personaggi, film, serie tv, giornali che si sono distinti nella rappresentazione delle diversità di genere, identità, etnia, disabilità ed età.

Lunedì 6 dicembre alle ore 21 “Razzismo ieri, razzismo oggi”, incontro con Gad Lerner condotto da Stefano Salomoni, Vicedirettore Il Nuovo Diario Messaggero. Nato a Beirut da una famiglia ebraica che subì gli orrori commessi dai tedeschi nella città ucraina di Boryslaw, Gad Lerner è uno dei giornalisti più apprezzati della televisione italiana e un grande conoscitore delle vicende partigiane che ha raccontato nel libro “Noi partigiani. Memoriale della Resistenza italiana”. Il razzismo che ha portato alla fuga degli ebrei dall’Italia fascista e il razzismo di oggi nei confronti di chi tenta di fuggire da guerre e povertà.

Martedì 7 dicembre alle ore 21 e in replica mercoledì 8 alle ore 18 appuntamento con la danza con la performance Alexis prodotta dall’Associazione Culturale Nexus insieme a Oriente Occidente, firmata nell’ideazione e nella coreografia da Aristide Rontini, con Cristian Cucco.  Con il suo primo romanzo pubblicato nel 1929, Alexis o il trattato della lotta vana, la scrittrice francese Marguerite Yourcenar ha dato vita a una lunga lettera con cui il protagonista tenta di dichiarare alla moglie la propria omosessualità. Attraverso il testo della scrittrice francese Aristide Rontini ha avviato una ricerca coreografica che indaga e dà corpo alle complesse dinamiche fisiche ed emotive che possono entrare in gioco nel processo, a volte sofferto, di coming out.

Giovedì 9 dicembre alle ore 21 proiezione del film documentario “Il sale della terra” di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado: la storia del grande fotografo Sebastiao Salgado attraverso gli occhi del figlio Juliano e del regista Wim Wenders. La storia di colui che, abbandonata la carriera da economista, prese in mano la prima macchina fotografica all’età di 30 anni e divenne uno dei più grandi fotografi del nostro tempo. Salgado ha raggiunto alcune delle località più remote del mondo, dove le tribù resistono alla modernità e la natura regna incontrastata e si è spinto negli angoli bui e polverosi del pianeta colpiti da guerre e carestie per documentare gli aspetti più oscuri della vita.

Venerdì 10 dicembre sempre alle ore 21 proiezione di “Un giorno la notte”, un film documentario di Michele Aiello e Michele Cattani con l’autonarrazione visiva di Sainey Fatty e l’audiodescrizione di Andrea Pennacchi. Sainey è un ventenne di origine gambiana arrivato in Italia con la speranza di trovare una cura per la sua retinite pigmentosa, una malattia degenerativa della retina. Dopo aver scoperto che la cura non esiste e che in futuro diventerà cieco, Sainey decide di accendere la sua videocamera e raccontarsi. Quello che inizia come un viaggio verso l’oscurità si trasforma in una narrazione inaspettata fatta di relazioni, consapevolezza e conquiste silenziose. In una danza tra sguardo esterno dei registi e autonarrazione di Sainey, il film introduce lo spettatore in quella che il giovane protagonista e autore del film definisce “la sua eredità per il futuro”. Il documentario, prodotto da Zalab Film, sarà introdotto e presentato da Michele Cattani.

Sabato 11 dicembre alle ore 21Il diritto di amare: le unioni civili” con Asia drag queen e Matteo Miglio insieme alle coppie Saif e Carlo, Chloe e Maurizio, Anna e Eleonora, Candy e Salvo e con la partecipazione straordinaria di Sofia Mehiel e Roberta Li Calzi. A 4 anni dalla legge sulle unioni civili cosa è davvero cambiato per la comunità LGBTQI+? Storie di coppie diverse tra loro: da chi ha già realizzato il proprio sogno a chi lo sta progettando da tempo. Scopriremo come si è trasformata la società in questi anni e se davvero questo riconoscimento da parte dello stato abbia aiutato la comunità arcobaleno nella lunga marcia verso i propri diritti.

Domenica 12 dicembre alle ore 21 “Nata per te”: incontro con Luca Trapanese condotto da Stefano Salomoni, Vicedirettore Il Nuovo Diario Messaggero. Single, cattolico, gay Luca oggi è papà di Alba, una splendida bambina con sindrome di Down adottata dopo l’abbandono da parte della madre. La legge italiana dà la possibilità ai single di adottare un bambino solo in alcuni casi particolari, quelli previsti dall’articolo 44 della legge 184 del 1983: uno di questi è la disabilità. Luca ha una lunga esperienza con la disabilità: nel 2007 ha fondato a Napoli l’associazione A ruota libera onlus per dare alle persone disabili la possibilità di socializzare, coltivare talenti, integrarsi, oltre a una comunità per ragazzi orfani e disabili, una scuola di recupero di antichi mestieri per giovani disagiati e una casa-famiglia per bambini con gravi patologie. La storia di un incontro. Luca, oggi Assessore alle Politiche sociali del Comune di Napoli, ha anche scritto tre libri: “Nata per te” in collaborazione con Luca Mercadante, “Vi stupiremo con difetti speciali” e “Le nostre imperfezioni”. Tre racconti per trasformare l'indifferenza in empatia e la paura in inclusione.

In occasione di tutti gli appuntamenti la libreria Il Mosaico proporrà un book shop e, nel periodo della rassegna, in BIM e Casa Piani sarà possibile trovare bibliografie a tema.

E proprio a Casa Piani, Sezione Ragazzi della Biblioteca comunale sono previsti due appuntamenti.

Venerdì 10 dicembre, ore 9 e 10.30 alla BIM Biblioteca comunale (via Emilia 80) la lettura ad alta voce: “Maschiaccio a chi? fatiche e conquiste per crescere, tra stereotipi e possibilità” con Alessia Canducci per le classi 5° della scuola primaria (info e prenotazioni 0542 602630). Inoltre per genitori, docenti, educatrici ed educatori venerdì 10 dicembre, ore 18 sempre alla BIM Biblioteca comunale “Essere maschi oggi: educare ad un’altra mascolinità è possibile”, un incontro con Stefano Ciccone, biologo e docente di sociologia dell’Università Tor Vergata (info e prenotazioni 0542 602630)

Come partecipare

L’ingresso agli appuntamenti è gratuito con presentazione del green pass.
La prenotazione è obbligatoria al nr. tel.0542 602388 (segreteria telefonica) o alla mail senzadistinzione@comune.imola.bo.it.

Per informazioni

U.O. Sviluppo sostenibile, Politiche di genere e partecipative
tel.0542 602580

Programma scaricabile

 Pieghevole in distribuzione

 

ultima modifica 29/11/2021 15:09