Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / News in evidenza / Imola in Musica, maxi evento per “illuminare” nuovamente città e centro storico

Imola in Musica, maxi evento per “illuminare” nuovamente città e centro storico

La manifestazione trasformerà ancora una volta Imola e il suo centro storico in un unico grande palcoscenico tra piazze e strade, chiese e musei, cortili e palazzi, giardini e teatri

Concerti, dj-set, mostre, spettacoli, talk, dibattiti, artisti di strada... Torna Imola in Musica, più di cento appuntamenti dall'1 al 4 settembre, con anteprima il 28 agosto!

Protagonista, ancora una volta, il centro storico.

La manifestazione offre, come tradizione, un cartellone estremamente eterogeneo di appuntamenti estesi dalle tipologie musicali più classiche alle più insolite: classico, folk, pop, rock, blues, gospel, etno, lirica, sacra, jazz senza tralasciare contaminazioni curiose ed affascinanti.

Un ricco programma ad ingresso gratuito e musicisti di spessore a fianco di realtà giovanili ed esperienze didattiche.

Da non dimenticare la musica in strada, che porterà a Imola molti giovani talenti. Come molti saranno i locali imolesi che proporranno musica rock, blues, jazz.
Offerte enogastronomiche e molti altri appuntamenti paralleli.

Cuore del festival sarà senz’altro Piazza Matteotti. Giovedì 1° settembre è in programma “Guida e basta”, evento promosso dalla Regione per prevenire e ridurre gli incidenti stradali. Sul palco Irene Grandi, Gemelli Diversi, Marco Ligabue, Gero Riggio e Antonio Mezzancella.

Venerdì 2 grande dj-set, per i più più giovani, con performer locali e ospiti a sorpresa.

Protagonista del concertone di sabato 3, sarà Giusy Ferreri, una delle interpreti più popolari e amate degli ultimi anni

Domenica 4 gran finale affidato al concerto dell’Orchestra Senzaspine (diretta da Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani, e composta da musicisti under 35) che si esibirà in ‘La Sinfonica fuori genere’ con musiche di Mozart, Vivaldi, Piazzolla, Gershwin, Morricone e Dalla.

Non mancherà, poi, il concerto all’alba, ormai diventato una piacevole consuetudine della kermesse. Il 28 agosto, alle 6, a parco Tozzoni, Gian Marco Verdone e il suo pianoforte accompagneranno coloro che avranno voglia di una sveglia particolarmente anticipata tra i grandi successi della film music. Concerto che si ripeterà la domenica successiva, il 4 settembre, sempre all’alba, a Villa Muggia, con gli Imola Brass Quintet e la possibilità di visitare gli esterni del sito (con tanto di colazione). 

Torneranno quindi i baskers:: dall’1 al 4 settembre le strade del centro saranno “invase” da musicisti di strada come Martin Navello, Solmeriggio, Minimal Jazz Orchestra, Duo Chiari, La frequenza di Tesla, Meg.

Il sindaco Marco Panieri: “E’ bello ripartire dalla musica, ridare forza alla musica, alla cultura e slancio al centro storico, in un anno difficile. Imola in Musica ritorna piena di novità e di voglia di stare insieme, confermando la data di settembre, sperimentata per la prima volta l’anno scorso, con successo. Vogliamo accendere i riflettori sul settore della musica, uno dei più colpiti dalla crisi e rimettere al centro la cultura e la musica come strumenti per rilanciare la socialità, per unire le persone, contro la guerra. E’ importante anche lo spazio per i giovani, con i dj set, in sinergia con le associazioni di categoria, sempre a sostegno del centro storico. A questo proposito voglio sottolineare l’abbinamento di Imola in Musica anche con l’autodromo, proprio per proseguire il nostro impegno nella condivisione di eventi tra l’Enzo e Dino Ferrari e il centro della città. In primo luogo, Imola in Musica è nel calendario di ‘The Sound Of Imola’, nell'ottica di un approccio condiviso dei grandi eventi di Imola; poi l’1 settembre l'evento “Guida e basta”, in piazza Matteotti, rientra nell’opera di sensibilizzazione di Imola Living Lab sul tema sicurezza stradale, grazie alla Regione e al suo assessore alla mobilità e trasporti, Andrea Corsini e all’Osservatorio Sicurezza e all’impegno degli assessori Elena Penazzi e Elisa Spada. Infine, ricordo che il 4 settembre i bambini del coro Il Grillo d’Oro, impegnati anche sui palchi di Imola in Musica, canteranno l'Inno Nazionale sulla griglia di partenza della gara principale GT in programma durante L'Aci Racing Week End. Tutto questo avviene in un gioco di squadra che vede insieme al Comune la Regione Emilia-Romagna, gli sponsor, i dipendenti comunali ed i volontari. A tutti loro va il mio ringraziamento”.

L’assessore alla cultura, Giacomo Giambi: “Torna Imola in Musica in questo 2022 che ha visto la nostra città capitale di musica e motori, all'interno del calendario di eventi che abbiamo chiamato The Sound of Imola. A più di ventisei anni dalla prima edizione, ecco il programma eterogeneo che ci permette, da una parte, di mantenere saldo il profondo valore di coesione collettiva e trasversalità che caratterizza il festival e, dall'altra, di mantenerci tra i migliori festival europei dell'etichetta EFFE. Tanti artisti impegnati in quasi 100 eventi che daranno spazio alla musica in tutte le sue 'chiavi': dalla classica al jazz, dal rock al blues, dal pop a sonorità folk, senza tralasciare affascinanti sperimentazioni. Imola in Musica quest'anno vedrà un coinvolgimento dei più giovani non solo in termini di performances artistiche ma anche di coordinamento, di logistica e di promozione, anche tramite la Web Radio del centro giovanile Ca' Vaina. Gli spettacoli musicali e di danza, le mostre ed i talk ci invitano a muoverci dall'alba fino a tarda sera tra i luoghi della nostra città, valorizzando pienamente il centro storico e il nostro patrimonio culturale anche in chiave turistica.

 Per approfondimenti

 

ultima modifica 26/07/2022 15:12