Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / News in evidenza / Il centro storico assoluto protagonista di “Imola in Musica”

Il centro storico assoluto protagonista di “Imola in Musica”

Da oggi al 4 settembre un ricco calendario di appuntamenti a ingresso gratuito, con oltre 100 iniziative nel cuore della città. Gli eventi clou e le curiosità

Un calendario davvero di prim’ordine quello dell’edizione 2022 di Imola in Musica. Il centro storico della città sarà assoluto protagonista della manifestazione, catalizzatore di una serie numerosissima di appuntamenti di qualità. Imola in musica è dunque l’occasione per ritrovarsi, come comunità, lasciandosi trasportare dalla musica nelle strade, nei cortili, nei palazzi, nei teatri e nei musei della città. Organizzata dal Comune, la manifestazione vuole valorizzare tutto il centro storico, come cuore del tessuto sociale e simbolo della comunità.

L’artista di punta dell’edizione 2022 sarà Giusy Ferreri (nella foto), con il concerto di sabato sera, 3 settembre, in Piazza Matteotti; stasera, giovedì 1, appuntamento con Irene Grandi, Gemelli Diversi, Marco Ligabue, Gero Riggio e Antonio Mezzancella per la campagna della Regione “Guida e basta”; venerdì 2 settembre in Piazza Matteotti Dj-set con guest-star a sorpresa; domenica 4 settembre in Piazza Matteotti, gran finale con l’Orchestra Senzaspine

Oltre 100 appuntamenti, che spaziano fra tutti i generi musicali

In questa cornice, dall’1 al 4 settembre il festival musicale offre un ricco programma di eventi, tutti a ingresso gratuito, con oltre 100 appuntamenti, che si alterneranno nelle principali piazze e vie del centro storico, estesi dalle tipologie musicali più classiche alle più insolite: classica, folk, pop, rock, dj set, blues, etnica, jazz senza tralasciare contaminazioni curiose e affascinanti e il ritorno dei buskers e musicisti di strada. Un cartellone che, oltre alla musica, spazierà tra mostre, spettacoli, dibattiti e suggestioni artistiche a 360 gradi.

Fra le novità di quest’anno, oltre alla nuova veste grafica, anche una nuova App di Imola in musica che sarà completamente gratuita e disponibile per tutti i dispositivi mobile su AppStore e PlayStore e l’attivazione di Cav’on air, la webradio del Centro giovanile Ca’ Vaina, con una redazione di ragazzi tra i 18 e i 25 anni che documenterà tutta la manifestazione.

Altra novità è la mostra diffusa curata dal collettivo di giornalisti Fada e dal Centro giovanile Ca’ Vaina, intitolata Fada: storie e suoni. 10 luoghi del centro storico, 10 fotografie nelle strade della città che riportano con sguardo attento a fenomeni complessi che spesso si intersecano.

Fra le mostre, da segnalare (fino all’11 settembre) alla Salannunziata, Gottarelli - L’arte che vive, esposizione di opere di Tonino Gottarelli, curata da Mariana Campean e Valter Galavotti.

Imola in Musica è patrocinata da Regione Emilia-Romagna e Città Metropolitana di Bologna ed ha ottenuto ancora una volta l’importante riconoscimento europeo di EFFE (Europe for Festivals, Festivals for Europe), la rete che raggruppa oltre mille tra i migliori festival culturali europei.

Di seguito un riepilogo dei concerti di maggior rilievo nelle piazze della città.

Giovedì 1° settembre

In Piazza Matteotti si comincia con un evento promosso dalla Regione Emilia-Romagna: Guida e basta. #Guida e Basta: no alla distrazione al volante! è una campagna di sensibilizzazione della Regione Emilia-Romagna per prevenire e ridurre gli incidenti stradali. La serata mira a portare l’attenzione dei giovani sulla necessità di rimanere concentrati alla guida per non causare danni a se stessi e agli altri. A partire dalle ore 21, interverranno: Irene Grandi, Gemelli Diversi, Marco Ligabue, Gero Riggio e Antonio Mezzancella. Nella stessa serata in Piazza Medaglie d’Oro largo alla musica cantautorale con Anicestascrivendo e Consorzio alimentare, mentre in Piazza della Conciliazione si esibiranno i Gramophone 4et. Alle ore 21, all’interno della Rocca sforzesca al via il tradizionale appuntamento con i Canterini e Danzerini Romagnoli, con lo spettacolo E vien la sera, canterini e cante di Romagna. Nel Verziere delle Monache si terrà un concerto della Banda Città di Imola (Filarmonica imolese) con 200 anni al servizio della città (si ripete il 2 settembre). Infine, in piazza Gramsci, alle 21 ritorna la Imola Big Band con lo show Play different music live.

Venerdì 2 settembre

La serata di venerdì 2 settembre sarà dedicata in Piazza Matteotti, dalle ore 18, a un grande Dj-set per il pubblico più giovane, con dj locali e guest-star a sorpresa. In piazza Gramsci, alle 21, si esibiranno i Voodoo Sound Club, con un concerto tra funky, afrobeat, jazz, gnawa music, afrocuban music, psichedelia e canzoni di lotta. Si passa poi a un Omaggio al pianista americano Dave Frishberg con il Silvia Valtieri Trio che si esibirà in Piazza dell’Ulivo, alle 21, mentre per gli amanti del post-rock in piazza Medaglie d’Oro, dalle 21, si esibiranno le band Sonogiove (chitarra classica, indie, pop e lo-fi), The floating ensemble (rock, folk & blues), e Junkfood quartet (post-rock strumentale, musica da film, improv e psichedelia). Un appuntamento nuovo di questa edizione è quello con i Colchester Strings, musicisti provenienti dalla cittadina inglese di Colchester, gemellata con Imola dal 1997, che si esibiranno nella Nuova Scuola di musica Vassura Baroncini nelle sere del 2 e 3 settembre (ore 21).

Sabato 3 settembre

Anche quest’anno una star del panorama musicale italiano sarà protagonista del concertone del sabato sera, alle 21,30 in Piazza Matteotti: l’artista di punta dell’edizione 2022 sarà Giusy Ferreri, una delle interpreti più popolari e amate degli ultimi anni, dalla vocalità inconfondibile che ha contraddistinto tante hit estive. Una serata tutta la femminile anche in piazza Gramsci, dove si esibiranno due artiste: alle ore 20 Giada Maragno (in arte Jade) cantante rock imolese, reduce dai quarti di finale dello show televisivo The voice Francia; alle ore 22 sarà la volta di Leydis Mendez y Carrettera Central, cantautrice cubana che propone un viaggio alle origini della sua terra, dalle antiche tradizioni al Bolero e al Cha. Atmosfere gitane caratterizzeranno invece il palco di piazza dell’Ulivo, alle 21, con Martirani Gipsy Swing, quartetto acustico gipsy/jazz. In piazza Medaglie d’Oro, alle 21, si terrà infine la rassegna ska-punk di band emergenti intitolata Skaizoku Summer Festival, con esibizioni di Brenza Boi, Erezione continua, Leskee Goda e Iesse.

Domenica 4 settembre

Nell’ultima serata, in piazza Matteotti, alle ore 21, il gran finale di Imola in Musica è affidato al concerto dell’Orchestra Senzaspine, che si esibirà in La Sinfonica fuori genere con musiche di Mozart, Vivaldi, Piazzolla, Gershwin, Morricone e Dalla. Diretta da Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani, e composta da musicisti under 35, Senzaspine mira a riconsegnare la musica classica all’amore del grande pubblico e ad offrire ai giovani orchestrali concrete opportunità professionali. Il tema della serata di Piazza Medaglie d’Oro, alle 21, sarà la musica indie con gli artisti Feat Esserelà (prog-rock e sperimentale) e HorseLoveFat (garage rock n roll di plastica). In piazza dell’Ulivo, infine, alle 21 si esibiranno i Cantodiscanto, band di origine napoletana di musica popolare, che presenta il nuovo progetto Pandemusica.

Altro appuntamento tradizionale è quello con la finale del contest per band emergenti Gocce di musica per la solidarietà, giunto alla quattordicesima edizione e previsto per domenica 4 settembre (piazza Gramsci, ore 20,30). Nella stessa giornata, alle ore 17.30, torna Il Grillo D’oro a Imola in Musica - Galattica, uno spettacolo per tutti i bambini con primo raduno dei cori della Galassia dell’Antoniano, a cura di Associazione Il Grillo d’Oro, che si svolgerà all’interno della Rocca Sforzesca.

Il sindaco Panieri: “La musica ridà forza e cultura al centro storico”

“È bello ripartire dalla musica, ridare forza alla cultura e slancio al centro storico, in un anno difficile. ‘Imola in Musica’ ritorna piena di novità e di voglia di stare insieme, confermando la data di settembre, sperimentata per la prima volta l’anno scorso, con successo. Vogliamo accendere i riflettori sul settore della musica, uno dei più colpiti dalla crisi e rimettere al centro la cultura e la musica come strumenti per rilanciare la socialità, per unire le persone”, dichiara il sindaco di Imola, Marco Panieri.

L’assessore Giacomo Gambi: “Protagonisti i giovani”

“Imola in Musica quest'anno vedrà un coinvolgimento dei più giovani non solo in termini di performances artistiche ma anche di coordinamento, di logistica e di promozione, anche tramite la Web Radio del centro giovanile Ca' Vaina. Gli spettacoli musicali e di danza, le mostre ed i talk ci invitano a muoverci dall'alba fino a tarda sera tra i luoghi della nostra città, valorizzando pienamente il centro storico e il nostro patrimonio culturale anche in chiave turistica, con un’attenzione anche sul versante sociale, con il coinvolgimento dei centri sociali e delle case di riposo”, sottolinea Giacomo Gambi, assessore alla Cultura del Comune.

 

ultima modifica 01/09/2022 10:56