Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / News in evidenza / C’è lo scalogno di Romagna IGP sul “Palco del Gusto”

C’è lo scalogno di Romagna IGP sul “Palco del Gusto”

Fra le novità dell’edizione 2021, il Baccanale invade le piazze del centro storico con i “Palchi del Gusto”. Glenda Vignoli e Giordano Alpi raccontano il Consorzio dello Scalogno di Romagna IGP

Protagonista in Piazza Medaglie d’oro è lo scalogno di Romagna IGP, prodotto unico del territorio imolese (e non solo). Dal retrogusto spiccatamente amaro, è presentato dal Consorzio dello Scalogno di Romagna che, nei vari week end del Baccanale, in uno dei “Palchi del Gusto” ne illustra le caratteristiche e le proprietà attraverso l’esperienza diretta dei produttori. Il primo fine settimana ospite il Consorzio dell’aglio di Voghiera, per un confronto delle due liliacee a marchio di qualità sul territorio regionale.

Lo scalogno di Romagna IGP appartiene appunto alla grande famiglia delle liliacee, che comprende anche l’aglio, la cipolla, il porro, il lampascione e l’erba cipollina. In cucina, come noto, è molto apprezzato perché gustoso, dolce, profumato e ha il pregio di arricchire il sapore di molti piatti. Inoltre, fin dall’antichità, sono note le sue innumerevoli proprietà terapeutiche e, un tempo, rappresentava la colazione e la merenda dei contadini insieme al pane.

Glenda Vignoli, Presidente del Consorzio dello Scalogno di Romagna Igp. “Prima del 2018 erano solo due i produttori con scalogno certificato nella zona. Oggi ne contiamo  già 13, dei 20 che fanno parte del Consorzio. Da Castel Guelfo a Castel del Rio, da Faenza a Casola Valsenio, oltre a Modigliana e Tredozio nel Forlivese, un’ampia fetta del territorio è rappresentata. Siamo al Baccanale per dare un ulteriore forte segnale di ripartenza, per promuovere e diffondere un prodotto che qui ha un suo preciso radicamento. Agli imolesi sappiamo che lo scalogno piace, ma vogliamo far sapere che non è solo un prodotto estivo, ma lo si può gustare anche più a lungo nel corso dell'anno”.

Giordano Alpi, Vicepresidente del Consorzio.  “Per noi è la prima volta al Baccanale. Con piacere abbiamo aderito alla proposta dell’amministrazione comunale. Tutti i fine settimana promuoveremo il Consorzio e sarà possibile acquistare il nostro prodotto. Il Consorzio dello Scalogno di Romagna è nato per una coraggiosa intuizione nel giugno 2018 e riunisce soci agricoltori che uniscono le loro pluriennali esperienze nella coltivazione del prodotto al fine di migliorare le tecniche di coltivazione e di conservazione di quello che, a tutti gli effetti, è per il nostro territorio una grande opportunità ed un bene da valorizzare”.

ultima modifica 29/10/2021 17:00