Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / News in evidenza / Baccanale è anche cultura: da Socrate a Libera Terra, una miriade di appuntamenti

Baccanale è anche cultura: da Socrate a Libera Terra, una miriade di appuntamenti

Conferenze, incontri, presentazioni di libri proposti da Comune, enti e associazioni imolesi offrono al pubblico del Baccanale numerose opportunità di approfondimento culturale del tema dell’anno, “Amaro”.

Dopo l’incontro con Simonetta Agnello Hornby, scrittrice di fama internazionale, il calendario dei prossimi giorni è ricco di appuntamenti.

Prosegue la collaborazione con Università Aperta che presenta due incontri: la conferenza “Il veleno che salva: Socrate e la cicuta”, con Sebastiano Sotgia, docente di Storia e filosofia (disponibile sul canale YouTube dell’Università, venerdì 5 novembre alle ore 18) e l’incontro “Un amaro, grazie”, storie e curiosità dei liquori italiani, con Tito Menzani, docente di Storia economica (Università di Bologna), mercoledì 10 novembre alle ore 17 presso la Biblioteca comunale.

L’Accademia italiana della cucina propone venerdì 5 novembre alle 18 presso la Biblioteca comunale di Imola una conferenza dal titolo “Tortelli dolci, tortelli salati, tortelli amari” che si svolgerà con la partecipazione di Massimo Montanari e Luca Cesari, collaboratore de Il Sole 24 ore, critico gastronomico e autore di Storia della pasta in dieci piatti: dai tortellini alla carbonara (Il Saggiatore, 2021).

Sabato 6 novembre dalle ore 18.30 si parlerà, presso il Centro sociale La Tozzona, di Raccolto non più amaro: il progetto Libera Terra tra alta qualità e riscatto sociale nelle terre confiscate alla mafia. Il Consiglio di zona del circondario imolese di Coop Alleanza 3.0, in collaborazione con il Centro sociale, Coop Bacchilega e Cooperare con Libera Terra organizzano un incontro per raccontare i prodotti che portano con sé qualità e il sapore del riscatto sociale. Parteciperà Alfio Curcio, amministratore delegato della cooperativa sociale Beppe Montana Libera Terra e Rita Ghedini, presidente di Cooperare con Libera Terra. Ulteriore occasione di approfondimento delle tematiche care a Libera Terra sarà sabato 20 novembre alle ore 18.30, sempre presso il Centro sociale La Tozzona, con Raccolto non più amaro: “pure in carcere lo sanno fa”, e altri orizzonti di caffè buono e solidale, con la partecipazione di Imma Carpiniello, presidente della cooperativa sociale Le Lazzarelle di Napoli, e un rappresentante di Solidal Coop.

La Fondazione Centro Studi Tonino Gottarelli, nel solco delle celebrazioni per i 700 anni della morte di Dante, propone mercoledì 10 novembre alle ore 21 presso la propria sede l’incontro Amarodante: tre parti di inferno, otto di purgatorio, quattro di paradiso, conversazione con letture e immagini a cura della Professoressa Fabrizia Fiumi.

Simone Mosca, giornalista de “la Repubblica”, ci porterà a Milano con la conferenza La città agra. Storia dell’amaro a Milano nel Novecento, raccontando come un fiume di bitter da inizio Novecento tra le sue strade, la trasformò in una città “da bere”, come nel famoso slogan coniato per promuovere un liquore anni ’80. Amaro è il gusto al calice di una città che nell’industria dell’aperitivo e del dopocena ha cullato per decenni fortune industriali, pubblicitarie, artistiche, grafiche, letterarie (in programma giovedì 11 novembre alle ore 17.30 presso palazzo Tozzoni). All’incontro partecipa Massimo Montanari.

L’Università di Bologna, sede di Imola, come sempre parte attiva negli eventi cittadini, propone per il Baccanale quattro contributi dei docenti che affrontano temi diversi: venerdì 12 novembre, a partire dalle ore 18 Ma se è amaro non ingrassa? Dalla percezione agli effetti metabolici, con Alessandro Bordoni, docente del Dottorato in Salute, sicurezza e sistemi del verde, che ci condurrà ad una migliore comprensione della percezione dei sapori indagando la relazione che esiste (o che forse non esiste) tra il sapore e la densità di calorie, relazione che ci potrebbe far immaginare che quello che è amaro non ingrassa.

A seguire, nello stesso pomeriggio Giovanni Burgio e Maria Luisa Dindo, docenti del corso di laurea in Scienze e tecnologie per il verde e il paesaggio condurranno a quattro mani l’incontro Liquori & insetti: affogare (con giudizio…) le amarezze nel dolce. Il secondo appuntamento è in programma venerdì 19 novembre, a partire dalle ore 18, con Un’amarena tira l’altra – Arte, storia e virtù di una ciliegia aspra, ma pur sempre irresistibile, a cura di Maria Grazia Bellardi, docente del corso di laurea in Scienze e tecnologie per il verde e il paesaggio e a seguire L’amaro in bocca, ovvero breve avventura tra social network, intelligenza artificiale e analisi dei sentimenti, condotta da Daniel Remondini, Docente del Dottorato in Salute, sicurezza e sistemi del verde. Si parlerà dei recenti sviluppi di metodi che permettono di misurare i sentimenti tramite algoritmi di Intelligenza Artificiale e la loro applicazione in situazioni della vita di tutti i giorni, dalla telemedicina ai social network. Gli incontri si svolgono presso la sede imolese dell’Università di Bologna, in via Garibaldi 24.

Sabato 13 novembre alle ore 16.30 presso la Sala Mariele Ventre in Palazzo Monsignani Sassatelli, l’Associazione per Imola Storico Artistica propone un incontro dal titolo L’amaro di una nobil casa. Frutti, erbe ed essenze nel giardino di Palazzo Sassatelli negli inventari del 1821, occasione per presentare il volume Inventario di palazzo Sassatelli, poi Monsignani in Imola e stima dei beni del 1821 (Il Nuovo Diario Messaggero, 2019), che descrive con grande ricchezza di particolari tutte le stanze e gli ambienti del più grande palazzo cittadino, compreso il ricco orto giardino. In programma interventi di Carla Cacciari, Mario Giberti, Marco Violi, Giuliana Zanelli; introduce e modera Andrea Ferri.

Domenica 14 novembre alle 17.30 presso la Biblioteca comunale di Imola, Gabriella Morini, ricercatrice in Scienze del Gusto e del Cibo dell’Università di Pollenzo metterà al centro della sua conferenza, Amore amaro, la chimica dell’amaro e il rapporto con questo gusto così complesso: da un’innata avversione da bambini, ad una sua accettazione che aumenta con la crescita, per poi considerarlo il gusto di quanto fa bene. Sapere perché abbiamo sviluppato il senso del gusto e le funzioni dei ricettori gustativi può aiutarci a comprendere questa transizione odio-amore. All’incontro partecipa Massimo Montanari.

Nel corso dell’incontro L’amaro del miele, previsto per giovedì 18 novembre alle ore 18 presso Palazzo Tozzoni, verrà presentato il volume Il mio non sol ma l’altrui ben procuro. Storie di api, miele e apicoltori di Alessandra Giovannini (La Mandragora Editrice, 2020), testimonianza dello stretto rapporto che lega gli uomini e le donne alle loro api. L’incontro sarà l’occasione, per l’autrice, di dialogare con l’Assessore all’Agricoltura del Comune di Imola, Pierangelo Raffini, Giorgio Baracani, presidente dell’Associazione “Le nostre api” e Maurizio Nenzioni, apicoltore. Presenta Gabriella Pirazzini, giornalista e direttore de “Con i frutti della terra”.

CLAI Imola organizza due incontri dal titolo “Amaro in villa” (presso il Centro direzionale Cooperativa CLAI Imola, Villa La Babina): venerdì 5 novembre alle ore 15.30 viene presentato il volume Imola segreta 2. Ville e giardini dell’imolese (La Mandragora Editrice, 2019). Partecipano Giovanni Bettini (Presidente CLAI) e Pietro D’Angeli (Direttore Generale CLAI). Segue una degustazione a tema: Prosciutto di Parma DOP, Prosciuttificio “Zuarina” a Langhirano di Parma e Vini della Cantina “Tre Monti” di Imola. Venerdì 19 novembre alle ore 15.30 il volume Le ricette dei Grandi Giardini Italiani (Grandi Giardini Italiani, 2020) sarà agli onori, alla presenza di Giovanni Bettini (Presidente CLAI) e Pietro D’Angeli (Direttore Generale), Judith Wade (CEO Grandi Giardini Italiani) e gli chef Valentino Marcattilii e Massimiliano Mascia del Ristorante San Domenico di Imola. Segue una degustazione a tema: Culatta “il cuore dolce di Zuarina”, Prosciuttificio “Zuarina” a Langhirano di Parma e Birre artigianali del Birrificio agricolo “La Mata” di Marco Tamba di Solarolo.

Non manca al Baccanale 2021 la letteratura, con il prof. Gino Ruozzi dell’Università di Bologna che ci condurrà attraverso un viaggio alla scoperta del rapporto tra l’amore e l’amaro nel corso dell’incontro dal titolo Le mandorle amare e il destino degli amori, prevista per sabato 20 novembre alle ore 17.30 presso il Teatro comunale “E. Stignani”, con la partecipazione di Massimo Montanari. Che affinità e incontri possono esserci tra l’amore e l’amaro? Che destino prospettano queste parole così vicine e forse anche respingenti? La letteratura può darcene un piccolo gustoso assaggio.

A conclusione del ricco programma di incontri del Baccanale 2021, Gaia Cottino, professore a contratto presso l’Università degli studi di Milano Bicocca, affronterà, con un taglio antropologico, la stretta relazione che intercorre tra sistemi alimentari e sistemi sociali, relazione che racconta che gusti e disgusti non sono soltanto il risultato dell’evoluzione biologica umana ma in larga parte il risultato di una costruzione culturale. L’incontro dal titolo L’amaro in bocca. Appunti antropologici dal mondo dei codici gustativi è in programma sabato 27 novembre alle ore 17.30 presso la Biblioteca comunale di Imola, con la partecipazione di Massimo Montanari. A partire da spunti etnografici offerti dall’antropologia del cibo, l’incontro proporrà una riflessione sulla costruzione dei codici gustativi di diversi contesti del mondo con un focus specifico sulla dimensione concreta e simbolica dell’amaro.

PER INFORMAZIONI: Servizio Attività culturali, tel. 0542 602300 - - - www.comune.imola.bo.itwww.baccanaleimola.it www.imolacentrostorico.it

PER PRENOTARE: per non perdere nessun evento, sarà possibile prenotare seguendo le modalità specificate nei singoli eventi in calendario, e indicate sul sito del Baccanale e sul libretto.

Per gli eventi in programma presso gli spazi comunali, sarà possibile utilizzare l’App ioPrenoto (scaricabile gratuitamente) nell’apposita sezione “Eventi”.

ultima modifica 02/11/2021 13:07