Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / News in evidenza / Baccanale 2021: degustazione di olio amaro di alta qualità con il Frantoio Valsanterno

Baccanale 2021: degustazione di olio amaro di alta qualità con il Frantoio Valsanterno

L'oleificio ha cambiato proprietà l'estate scorsa e rimarca il legame con la propria terra. Appuntamento in piazza della Conciliazione dal 9 al 14 novembre con "I Palchi del Gusto"

L’amaro della birra lascia il posto a quello dell’olio di alta qualità. La seconda settimana de “I Palchi del Gusto”, nell’ambito del Baccanale 2021, vede protagonista in piazza Conciliazione il Frantoio Valsanterno, una realtà appena nata che vuole proseguire il lavoro svolto dal 2004 dal Frantoio Imolese.

Nel luglio scorso una nuova società ha acquisito l’oleificio e l’oliveto situati sulle prime colline di Imola, con l’obiettivo di dare nuovo slancio ad una realtà unica sul territorio. Un passaggio sancito anche dal cambio di nome – Frantoio Valsanterno -, una scelta dettata dalla volontà di esprimere il forte legame con la propria terra e di rimarcare il carattere del progetto e la ragione fondante dell’impresa: la valorizzazione del territorio. Nuove risorse, sogni e sfide oggi si aggiungono infatti a quelli che hanno dato vita al Frantoio di Imola quasi venti anni fa, un progetto di rinnovamento, sviluppo e promozione affidato ad un team di giovani, che intende fare del Frantoio un fiore all’occhiello nel panorama agricolo regionale e un punto di riferimento per l’olio di Bologna. Frantoio Valsanterno gioca inoltre un ruolo strategico nell’iter per ottenere la certificazione IGP (Indicazione Geografica Protetta) “Olio dei Colli di Bologna”, obiettivo della Rete d’Imprese “Olio Extravergine Felsineo” a cui anche il Frantoio aderisce. 

“Il progetto di rilancio del Frantoio di Imola prevede il rinnovo, il potenziamento e l’ammodernamento degli impianti, il miglioramento del servizio al cliente, la creazione di un’area adibita ad uffici e l’inaugurazione di un punto di vendita diretta con sala d’accoglienza per gli olivicoltori, presso la nostra sede in via di Nola 1/L – spiega Marika Zaganti del Frantoio -. Ci prendiamo cura di realtà di ogni dimensione, dal piccolo coltivatore all’azienda agricola più strutturata. Il Frantoio Valsanterno si trova nel cuore di un uliveto di 6 ettari in cui sono coltivate principalmente due cultivar, Leccino e Frantoio. L’altitudine (da 70 a 100 metri), l’ottima esposizione al sole e il terreno ben drenato rendono la zona perfetta per la coltivazione dell’olivo. All’interno dell’uliveto è presente un campo sperimentale dove si stanno testando nuove cultivar e stiamo avviando un processo che lo porterà tra tre anni ad ottenere la certificazione biologica per l’uliveto di proprietà e produrre le proprie olive senza l’uso di pesticidi o fertilizzanti”. 

Al Baccanale il Frantoio Valsanterno farà degustare ai visitatori due tipologie di oli: il classico EVO e un olio derivato da olive raccolte precocemente, con sentori erbacei molto spiccati, piccante e amarognolo con una grande personalità come hanno soltanto gli oli di alta qualità. Per scoprire il Frantoio e questi nuovi sapori dell’agricoltura imolese, dunque, l’appuntamento è in piazza della Conciliazione dal 9 al 14 novembre (nei feriali in orario di mercato, nel weekend tutto il giorno e anche la sera).

Ma gli incontri con il Frantoio Valsanterno non finiscono qui: sempre nell'ambito del Baccanale il Frantoio organizza il convegno "Amaro & olio EVO - cosa rappresenta l'amaro nell'olio extravergine di oliva". Si tiene venerdì 19 novembre 2021, alle ore 18, presso il Ridotto del teatro Ebe Stignani (via Giuseppe Verdi 1). Tra i relatori Tullia Gallina Toschi, Professoressa del Dipartimento Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari Facoltà di Agraria di Bologna. Ingresso gratuito con posti limitati. Prenotazione obbligatoria App ioPrenoto o telefonando al 351-7471074.

ultima modifica 08/11/2021 10:10