Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / News in evidenza / Attività servizi di ristorazione, il ministero precisa su orari e modalità di consumo

Attività servizi di ristorazione, il ministero precisa su orari e modalità di consumo

Una recente circolare del Ministero dell’Interno per le attività che rientrano nel codice ateco 56.3. Riguarda gli orari, l'asporto e il consumo di cibi e bevande

Nella zona galla qualsiasi esercizio che svolge come attività prevalente una di quelle identificate dal codice ATECO 56.3, la vendita per asporto è da ritenersi consentita anche oltre le ore 18,00, nel rispetto dei vigenti limiti orari agli spostamenti.

In secondo luogo, va ricordato che restano comunque oggetto di divieto, ai sensi dell'art.27, commi 1 e 2 del d.P.C.M. 2 marzo 2021, sia il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici o aperti al pubblico dopo le ore 18,00, sia la consumazione sul posto o nelle adiacenze dei pubblici esercizi, in qualsiasi orario.

Sono le due indicazioni della recente circolare, datata 7 maggio, del Ministero dell’Interno con indicazioni tecniche alle attività di ristorazione. Il provvedimento fa seguito alla circolare pari numero del 24 aprile scorso, con la quale sono state fornite indicazioni illustrative delle disposizioni introdotte dal decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, recante “Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell'epidemia da COVID-19”.

 

ultima modifica 10/05/2021 11:03