Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / News in evidenza / “Sere d’estate ai musei”: una lunga e affascinante avventura fino a settembre

“Sere d’estate ai musei”: una lunga e affascinante avventura fino a settembre

Estate con i Musei Civici. Incontri al tramonto e concerti a mezzanotte sul torrione nord-est della Rocca Sforzesca, visite guidate a Palazzo Tozzoni

Dal 22 giugno al 9 settembre,si snoderà, tra la Rocca Sforzesca e Palazzo Tozzoni. il ricco cartellone di eventi estivi dei Musei Civici di Imola.

“Sere d’estate ai musei” è il titolo dell’iniziativa, che prevede ben dodici appuntamenti per viaggiare nell’arte e nella storia, con diverse possibilità di vivere esperienze uniche e di grande suggestione alla luce del tramonto o nel pieno della notte circondati dalle candele.

Protagonista del programma estivo dei musei sarà l’affascinante location del torrione nord-est della Rocca Sforzesca, dove oltre alla rassegna “Incontri al tramonto…sul torrione nord-est”, con diversi appuntamenti con personaggi del mondo dell’arte e della cultura, si svolgeranno quattro imperdibili serate di “Concerti a mezzanotte”, durante i quali al fascino della musica classica si accompagnerà l’atmosfera d’incanto di un tappeto di candele e della città notturna vista dall’alto.

Il ciclo dedicato agli “Incontri al tramonto…sul torrione nord-est” si aprirà mercoledì 22 giugno alle 18.30 con lo storico e critico d’arte Claudio Spadoni che dialogherà intorno al suo ultimo lavoro editoriale “Storie di arte e critica tra Ottocento e Novecento”.

Il mercoledì successivo, 29 giugno, la docente di storia medievale e storia del patrimonio culturale della moda all’Università di Bologna Maria Giuseppina Muzzarelli, illustrerà al pubblico “Cos’era di moda a metà Trecento e come facciamo a saperlo?”.

Mercoledì 6 luglio protagonista dell’incontro sarà lo storico e scrittore Alessandro Vanoli con una conversazione sul tema “Il ritorno di Cristoforo Colombo. Il senso di una scoperta tra passato e presente”.

Infine il 20 luglio Mario Neve, docente di geografia culturale dell’Università di Bologna tratterà il tema “Piccola città. Eccezionalità del fenomeno urbano italiano”. Al termine di ognuno degli incontri (ad ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria) si potrà degustare un calice di vino offerto dalle cantine: Poderi delle Rocche, Ca’ Bruciata, Vini Giovannini e Palazzona di Maggio.

Il torrione nord-est della Rocca sarà anche il protagonista di quattro “Concerti a mezzanotte”, realizzati grazie alla collaborazione della Fondazione Accademia di Imola “Incontri col Maestro”.

Quattro notti d’incanto per celebrare l’estate, alla luce delle candele, che prevedono i seguenti appuntamenti: venerdì 8 luglio, con musiche di Bach e Margola; venerdì 15 luglio con musiche di Bach, Ohana, Guarnieri e Mantovani”; venerdì 22 luglio con musiche di Rodrigo, Merts/Schubert e Paganini, e infine venerdì 5 agosto con musiche di Poulenc, Mellits, Washington e Cockcroft. Tutti i concerti sono con prenotazione obbligatoria ad un costo di 4 euro. Inizio ore 23.45.

L’estate a Palazzo Tozzoni vede in programma tre visite guidate (con prenotazione obbligatoria; costo: regolare biglietto d’ingresso al museo): venerdì 1 luglio alle 18.30 “Su e giù per le scale del Palazzo”, una speciale visita guidata per conoscere gli usi e i costumi degli abitanti del palazzo. Venerdì 26 agosto alle 18.30 alla scoperta delle “Vite degli altri: Francesco Giuseppe e Vittoria Torrigiani”, ovvero vite scandite dalla comune attività presso la corte dei Savoia, la passione per i viaggi e per l’invenzione del secolo: la fotografia. Infine venerdì 2 settembre alle 18.30 conosceremo “Umberto Serristori Tozzoni e Hortense la Gandara y Plazola”, una coppia che si divideva tra il palcoscenico della mondanità cosmopolita e le più quiete sale del palazzo imolese.

La rassegna “Sere d’estate” terminerà il 9 settembre alle 18.30 con un incontro a Palazzo Tozzoni dedicato a “Il vero volto di Caterina Sforza” (ingresso gratuito a prenotazione obbligatoria), in cui Diego Galizzi e Oriana Orsi proveranno a ripercorrere l’immagine di Caterina e a disegnarne “il vero volto” attraverso le opere degli artisti che nel tempo l’hanno rappresentata. Durante la serata si potrà ammirare il grande ritratto di Caterina dipinto da Dario Gobbi, attualmente “ospite” nel palazzo e che a settembre tornerà nella sua abituale collocazione della Rocca Sforzesca.

Tutti gli eventi sono a prenotazione obbligatoria entro il giorno precedente tramite l’App “Io Prenoto” o telefonando al 0542-602609 dal lunedì al venerdì 9-13.

Per info: www.museiciviciimola.it - Info: 0542 602609 -

 

ultima modifica 20/06/2022 12:15