Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Centro storico / Arte e cultura / Palazzi storici

Palazzo Comunale

La costruzione del Palazzo Comunale, sorto dove s'incrociano la via Emilia e la vie Appia, ebbe inizio nei primi decenni del XIII secolo.

Nel 1214 risulta già costruita una prima casa comunale. Deduciamo dai documenti che il palazzo era su due piani, dotato di portico e di una sala al piano terreno per i consigli. Nella facciata sulla via Emilia, è possibile ancor oggi ammirare alcuni capitelli in arenaria grigia, avanzi della costruzione romanica, mentre il portico stesso ad archi a sesto acuto è frutto dell'ampliamento avvenuto tra 1200 e 1300. Nel 1230, con l’acquisto di una casa adiacente, venne inglobata al palazzo una torre che divenne la torre del comune; nello stesso periodo l’edificio venne rinnovato e sulla piazza si aprì un balcone da dove si declamavano i bandi. Nel 1365 un incendio devastò l’edificio che solo nel 1380, dopo un restauro, potè di nuovo essere utilizzato.

Dal 1400 in poi l’edifico conobbe una lenta decadenza e solo nel secolo XVIII venne intrapreso un radicale restauro: dopo alcuni interventi effettuati su progetto di Alfonso Torregiani, nel periodo tra 1768 e 1771, l’architetto Cosimo Morelli riedificò la facciata sull’attuale piazza Matteotti, lo scalone e le sale al piano nobile.

La facciata, movimentata dal balcone ondulato sorretto da colonne ioniche, è decorata dall’immagine dei santi patroni della città, Cassiano e Pier Grisologo, dipinti da Gaspare Bigari e, in una nicchia, dalla scultura della Madonna con Bambino ad opera di Domenico Trifogli.

 

indirizzo: via Mazzini 4
telefono: +39 0542 602111